Pane, rose e lavoro

M° Gabriella Aiello

 

Programma

 


 Il lavoro proposto nell’ambito del corso sarà dedicato, come di consueto negli appuntamenti estivi di Etnie, al Canto di Tradizione orale cioè quel canto di tradizione per lo più contadina trasmesso ancora ad oggi per via orale, ovvero senza l’uso dell’annotazione musicale.

Quest’anno sarà proposto un repertorio sui canti di lavoro e quel che ruota intorno alla socialità che si veniva a creare durante il lavoro. Protesta, amore, partenza era la narrazione di questi momenti che in alcuni casi duravano anni in terre lontane dalla propra casa.

Durante gli incontri è previsto un momento di riscaldamento fisico-vocale, concetti teorico-pratici di respirazione e risonanza, ear training sui modi e polifonie all’impronta e esercizi per liberare la voce naturale di ognuno .

Dopo il riscaldamento si procederà a lavorare sul repertorio per lo più polifonico, rigorosamente con un metodo di “tradizione orale”.

Il corso è un unico livello e può comprendere sia persone con esperienze di canto individuale o corale e sia persone alle prime esperienze e senza una formazione musicale vera e propria, purchè siano intonate e a proposito di questo l’insegnante è a